Archivio

Archive for the ‘Chieri’ Category

www.chieri5stelle.it

 

 

 

Finalmente è nato il sito ufficiale www.chieri5stelle.it
Banner-Chieri5stelleAffrettatevi a registrarvi per essere sempre aggiornati.
Inoltre potrete commentare e collaborare attraverso il nostro Forum …
Il progetto elezioni 2014 continua 🙂

Annunci
Categorie:Chieri

I Grillini se la cantano in Collina

i grillini senza cantano in collina

Categorie:Chieri

LE BEFANE DEL MOVIMENTO CINQUE STELLE DI CHIERI

In questa giornata quasi primaverile le Befane del m5s hanno distribuito caramelle e dolcetti ai bambini per salutare le feste che si concludono ..
Saremo presenti ogni week-end fino alle elezioni che si terranno a fine Febbraio per chiarirvi ogni dubbio e farvi capire l’importanza di votare il Movimento 5 stelle.
BEFANE-OKRingraziamo tutti i volontari che si sono resi disponibili a questa scherzosa iniziativa che ha riscontrato un notevole successo.

Categorie:Eventi

PIAZZA BETTINO CRAXI? MA ANCHE NO.

Domenica abbiamo concluso la raccolta firme per la petizione contro la decisione della Giunta Lancione di intitolare una piazza chierese all’ex Presidente del Consiglio Italiano nonché Socialista latitante condannato in via definitiva per corruzione e finanziamento illecito ai partiti.

Tralasciamo ogni ulteriore commento sulla decisione in quanto è già stato detto tutto sulla stampa locale.

Corriere di Chieri del 19/10/12

Corriere di Chieri del 2/10/2012

Corriere di Chieri del 28/9/12

Corriere di Chieri del 25/9/12

Domani mattina alle 9 ci presenteremo dal sindaco Lancione per consegnargli di persona le oltre 450 firme di altrettanti cittadini Chieresi che non hanno gradito questa bislacca decisione.

A questo link la richiesta inviata al Sindaco.

La prova del nove della sensibilità di questa amministrazione verrà data martedi 30 ottobre quando il consiglio comunale si riunirà.

Per l’occasione sta girando una convocazione spontanea di cittadini di vario colore politico per presidiare il municipio e testimoniare ai consiglieri lo sdegno cittadino per questa porcata istituzionale.

Ci si vede quindi davanti al municipio Martedi 30 ottobre a partire dalle 19 e a seguire in “piccionaia”.

CHIUSURA RACCOLTA FIRME “QUORUM ZERO”

Ammetto: non ci avrei scommeso!

Ed invece mi son dovuto ricredere: oggi, svolgendo il mio compito di “delegato” del comitato nazionale per l’iniziativa di legge popolare “Quorum Zero Più Democrazia” mi sono recato allo Sportello Unico di Chieri, unico posto – ahimé – dove era possibile nel nostro comune raccogliere le firme per tale iniziativa.
Il risultato è a dir poco eccezionale! Più di 80 Cittadini chieresi hanno DECISO di DECIDERE! Il tutto agevolato dalla dedizione degli impiegati dello Sportello Unico che hanno svolto il loro lavoro in modo professionale e con un impegno ammirevole.

Unico neo: l’efficacia della raccolta firme è stata minata dalla “cecità” dei nostri rappresentanti che, a quanto posso asserire, poco ci rappresentano.

I fatti parlano da soli: ben due mail di posta certificata al protocollo destinate al Sig. Sindaco recanti la richiesta di fornirci un autenticatore per raccogliere le firme anche ai banchetti del MoVimento 5 Stelle Piemonte, sono state ignorate. (*)
Tenendo anche conto del teatrino mediatico che si sta tenendo dalle ultime vittorie del MoVimento 5 Stelle a livello nazionale, del gran polverone che si sta sollevando sull’uso improprio del termine “partecipazione”, questa sarebbe stata un’ottima occasione per far vedere ai cittadini che davvero li tenete in considerazione, ed invece no: avete fallito tutti, ma tutti intendo la municipalità politica, i gruppi consiliari, tutta la politica chierese!
E questo non lo dichiaro io ma le circa 80 persone che si son alzate dalla loro poltrona, si son recate allo Sportello Unico negli orari mattutini, impossibili per chi lavora, con l’idea fissa che loro non vogliono partecipare, loro vogliono DECIDERE!
Decidere del loro futuro, Decidere su quale città vogliono per i loro figli, Decidere su quale nazione vogliono per loro e per le future generazioni. Affermare che non gli interessa la semplice “partecipazione” elettorale che gli offrite, loro vogliono essere parte della nazione! Questo è la democrazia diretta, questo è essere dei cittadini, questo è il futuro che voglio per il mio paese! E che vogliono questi miei concittadini!
Non sopporto più di sentir dire che i miei concittadini sono stanchi, guardano solo il calcio e della politica non gli frega nulla; questa è la svolta epocale.
A voi che leggete, non accontentatevi delle “briciole che cadono” dai “lauti banchetti dei politici”, pensate ad un futuro migliore, in cui VOI siete parte integrante del futuro!
Non so se avete ben presente quanto sia difficile parlare e convincere una persona della bontà dei propri intenti e poi dirgli “ bene, adesso vada allo sportello unico negli orari di apertura a firmare”: credevo non ci sarebbe andato nessuno! Ed invece eccoci qui! E non abbiamo ancora finito perchè questa è solo la punta dell’iceberg, una delle tante iniziative e delle tante occasioni di dare a noi cittadini una più alta possibilità decisionale e quindi una superiore consapevolezza e responsabilità civica.
Un saluto, alla prossima iniziativa DEMOCRATICA!

Liva F.

del gruppo di Chieri del MoVimento 5 Stelle Piemonte

(*) Interpellato dal giornalista del Corriere di Chieri il Sindaco Lancione ha dichiarato di non essere stato informato della cosa. Come possa un sindaco non essere informato di due lettere a lui indirizzate e inviate all’ufficio protocollo risulta almeno inquietante. A Settembre non mancheremo di “chiedere udienza” per andare a fondo della cosa.

COMUNICATO STAMPA

MOVIMENTO 5 STELLE PIEMONTE

Gruppo di Chieri

 

Apprendiamo che sul mensile Chieri Notizie n. 13 di giugno/luglio 2012 sono apparse delle dichiarazioni attribuite al gruppo chierese del Movimento 5 Stelle circa la questione dell’acquisto dell’impianto multi-mediale della sala consiliare.

Ci preme sottolineare che dei virgolettati riportati nell’articolo non c’è traccia sui nostri canali di informazione e che il nostro portavoce non è mai stato interpellato da qualcuno riconducibile al periodico per conoscere la posizione del gruppo in proposito.

E’ preoccupante che quanto riportato non corrisponda minimamente al vero e stravolga e mistifichi la nostra posizione circa la questione della diretta streaming delle sedute consiliari e dell’hardware preposto acquistato dal Comune di Chieri.

A tal proposito rimarchiamo che l’unica posizione del gruppo chierese del Movimento 5 Stelle Piemonte in proposito è quella disponibile sul nostro blog all’indirizzo https://meetupchieri.wordpress.com/2012/06/18/non-dite-che-non-lavevamo-detto/  e negli articoli correlati disponibili in calce all’articolo stesso oppure pubblicati sul giornale locale.

 

Ripetiamo quindi che quanto riportato nell’articolo E’ TOTALMENTE E DRAMMATICAMENTE INESATTO E NON E’ IN ALCUN MODO RICONDUCIBILE AL GRUPPO CHIERESE del MOVIMENTO 5 STELLE PIEMONTE.

Nell’articolo a firma del direttore Cirantineo infatti si riportano parole che esprimono esattamente l’opposto di quanto riportato nel nostro comunicato ufficiale di cui sopra.

 

Pur prendendo le distante in toto da quanto pubblicato, gradiremmo rettificare alcuni punti a tutela della nostra reputazione e della nostra correttezza.

 

1) Proprio perché avvezzi all’uso dei mezzi informatici, non abbiamo MAI detto che il comune utilizza piattaforme gratuite, anzi abbiamo puntualizzato l’esatto contrario. Piuttosto siamo stati noi che abbiamo fornito un servizio di streaming audio/video delle sedute con l’utilizzo di piattaforme pubbliche gratuite e con il minimo di banda fornita dal wi-fi della sala consiliare.

 

2) Non abbiamo mai chiamato in causa l’opposizione: casomai abbiamo riconosciuto il merito a quei consiglieri del PD (Olia e Maspoli) che si sono premurati di incontrarci per sostenere la nostra richiesta di ripresa video delle sedute. Va anche precisato che durante le sedute consiliari il gruppo del PD, nella fattispecie il consigliere Civera, era stato critico verso l’eccessiva spesa stanziata in un periodo di crisi sottolineando l’importanza della gratuità del servizio che era nostra intenzione fornire.

Quindi per una volta almeno non ci sono motivi di critica verso la compagine del Partito Democratico e non riusciamo quindi a capire l’intento di questo articolo volto a seminare zizania.

 

Diffidiamo quindi il direttore del periodico Chieri Notizie a pubblicare ulteriori dichiarazioni prese chissà dove, se non addirittura inventate, e attribuirle al gruppo chierese del Movimento 5 Stelle senza citarne una fonte verificabile.

A scanso di equivoci, ricordiamo al sig. Cirantineo che per nostra politica di trasparenza non moderiamo i commenti del nostro blog (salvo casi di dichiarazioni che costituiscano illecito o reato) e delle pagine facebook del gruppo. Pertanto chiunque, anche chi non è legato al nostro gruppo, può esprimere la propria opinione in merito agli articoli pubblicati – che sono e restano L’UNICA FONTE UFFICIALE DEL PENSIERO DEL GRUPPO – senza per questo diventare una fonte rappresentativa del nostro pensiero.

 

Ricordiamo, anche se a un giornalista presumibilmente iscritto all’albo non dovremmo ricordare l’ABC, che per le interviste è possibile richiedere un contatto alla mail del gruppo meetup.chieri@gmail.com .

 

Ricordiamo anche che ulteriori articoli mistificatori e diffamatori nei nostri confronti ci costringeranno a intraprendere tutte le azioni necessarie alla tutela della nostra immagine pubblica.

Qui di seguito la scansione dell’articolo.

NON DITE CHE NON L’AVEVAMO DETTO

Le trasmissioni riprenderanno nel più breve tempo possibile

SI legge sul corriere di martedi 05/06/12 della polemica sull’ennesimo default del sofisticato sistema multimediale sponsorizzato dall’assessore alla partecipazione Zullo.
80.000 euro sono l’oggetto del contendere tra maggioranza e opposizione. Sono troppi, sono pochi? Dipende, diremmo noi.
Se il sistema funzionasse a puntino (e direi che dopo mesi dall’installazione si DOVREBBE PRETENDERE dal fornitore il funzionamento impeccabile del sistema) potrebbero essere una cifra congrua, a prescindere da valutazioni nel merito della “potenza di fuoco” richiesta che a noi sembra leggermente esagerata per la puerilità del compito da svolgere.
Da una prima analisi del sistema, almeno per quanto riguarda la diretta streaming e la registrazione delle sedute, salta subito all’occhio come l’acquisto sia ricaduto su una piattaforma proprietaria che fa uso di hardware dedicato e di una piattaforma di streaming video altrettanto proprietaria. Nella teoria il tutto è sicuramente ottimo perchè non richiede competenze particolari per il funzionamento (se funziona tutto), ma pone seri dubbi nel medio lungo periodo (che nel mondo informatico si misura in 5-10 anni) in quanto ci si è legati mani e piedi al fornitore dell’hardware e della piattaforma di streaming negandosi la scalabilità a basso costo del sistema e la possibilità di fruire delle evoluzioni tecniche e tecnologiche che sicuramente si presenteranno sulla scena nei prossimi anni. Senza contare che in caso di fallimento del costruttore dell’hardware (è triste, ma di questi tempi capita) ci si troverà con un sistema sul quale NESSUNO andrà a mettere le mani senza il rischio di rimanere scottato (ergo rimarrà a marcire).
Resta quindi il rammarico nel constatare per l’ennesima volta la leggerezza e la miopia con cui vengono fatti gli acquisti anche importanti nella nostra amministrazione. Non pretendiamo sicuramente che una amministrazione ambiziosa di lasciare il segno (nelle casse comunali) si basi su quanto abbiamo fatto noi del MoVimento 5 Stelle, che abbiamo fornito un servizio simile GRATUITAMENTE con una webcam da 20 € e un account gratuito su una piattaforma di streaming, limitato solo dalla scarsa banda della connessione wi-fi della sala comunale. Ci permettiamo però di sottolineare che, proponendo la classica metafora automobilistica, è stata comprata una Ferrari per fare il lavoro di una Panda e che sicuramente nel mezzo c’erano soluzioni alternative forse meno immediate per l’installatore, ma più vantaggiose nel lungo termine per la collettività.
Nel frattempo sarà opportuno che il MoVimento 5 Stelle Chierese riprenda la sua attività di streaming delle sedute consiliari se non altro per offrire un backup a costo zero alla costosa macchina comunale.

Post passati sull’argomento:

https://meetupchieri.wordpress.com/2011/10/21/consiglio-comunale-on-demand/

https://meetupchieri.wordpress.com/2011/09/24/partecipazione-si-basta-che-non-sia-gratis/

https://meetupchieri.wordpress.com/2011/06/09/della-timidezza-e-del-consiglio-comunale-di-chieri/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: