Archivio

Archive for the ‘Beppe Grillo’ Category

MoVimento 5 Stelle sugli scudi alle Amministrative, nessuna indicazione per i ballottaggi


Fantastici risultati per il MoVimento 5 Stelle alle Elezioni Amministrative appena concluse: le percentuali vanno dall’oltre 14% di Trofarello al 4,61% di Livorno Ferraris. Eletti due consiglieri a Torino con più del 5% – il candidato sindaco Vittorio Bertola e la capolista Chiara Appendino -, eletto il candidato sindaco a Trofarello, eletti i tre consiglieri di opposizione ad Arborio, capitale del riso in provincia di Vercelli, col 16%. In attesa dei ballottaggi a Carmagnola (quasi 9% ed un consigliere eletto), Alpignano (quasi 9% ed un eletto), Pinerolo (9% ed uno o due eletti), San Mauro Torinese (11% ed un eletto), Novara (quasi 8% e due eletti), Chivasso (quasi 7% e forse un eletto), Domodossola (quasi 5%) e Ciriè (quasi 5%). Ovviamente nessuna delle liste del Movimento 5 Stelle darà indicazioni di voto in alcun ballottaggio, lasciando il proprio elettorato libero di non andare a votare o di votare per chi ritiene il meno peggio, se c’è.

Ma il risultato ottenuto dal MoVimento è ancora più sorprendente se si considerano i boicottaggi mediatici cui è continuamente soggetto, i pochissimi soldi investiti in campagna elettorale (poche centinaia di euro ovunque fino ad un tetto massimo di 3mila euro a Torino, a dimostrazione che i soldi non sono la politica) e la giovane età del MoVimento stesso, nato appena ad ottobre del 2009. Il vero motore è l’intelligenza della rete e le idee che essa esprime: su questo si baserà l’attività di controllo, verifica e proposta del MoVimento 5 Stelle nei consigli comunali dove è appena entrato, come già accade costantemente in Regione.

Il MoVimento è ormai una forza politica riconosciuta, che si conferma ed incrementa i propri consensi di quasi il doppio rispetto ai già lusinghieri risultati delle Regionali del 2010, quando si era attestato su un generale 3,7%. Non solo: il cosiddetto Terzo Polo si è arenato quasi ovunque alle spalle del MoVimento, il che probabilmente lo obbligherà a dover rivedere la propria denominazione in Quarto Polo.

Il dato chiaro è che il bipolarismo – o, peggio, il bipartitismo voluto fortemente da destri e sinistri – è fallito. Il MoVimento sta diventando un fenomeno politico-sociale trascinante e coinvolgente che riavvicina giovani e meno giovani alla politica, dato che l’attuale classe dirigente si sta sempre più dimostrando lontana dalle esigenze reali del paese e capace di perdersi solo in sterili proclami e battibecchi personalistici, quando non degenera in semplici comitati d’affari atti a spartirsi le torte delle nostre tasse.

E’ ora di dire basta con dei sì: perché dire sì al MoVimento ed ai quattro referendum del 12-13 giugno significa dire sì alla democrazia ed alla sovranità del popolo.

Annunci

FACCE DA C…NUCLEARE

Ovvero come fare “opposizione dura”. Guardate queste facce e ricordatevene quando vi verranno a dire che dobbiamo stringere la cinghia, che non ci sono soldi per la scuola o la sanità pubblica.
Questi signori, parlamentari della cosiddetta opposizione, con la loro assenza sugli scranni della Camera dei Deputati hanno consentito che per pochi voti non passasse l’ordine del giorno in cui si chiedeva l’accorpamento dei referendum assieme alle prossime amministrative.
Per UN VOTO la maggioranza NON E’ ANDATA SOTTO. Ovviamente la colpa è di un radicale, vittima sacrificale designata per coprire la presenza di 12 deputati che QUEL GIORNO AVEVANO DI MEGLIO DA FARE.
Oltre che una buona opportunità per far raggiungere il quorum (primo buon motivo per far saltare tutto), era l’occasione per risparmiare dai 300 ai 400 milioni di euro (i seggi erano già convocati e presidiati dalle forze dell’ordine etc etc), DENARO PUBBLICO!!!
Ad esempio il buon Piero Fassino, l’erede del Chiampa alle comunali Torinesi, la mattina era in Parlamento mentre nel pomeriggio, durante la votazione, era a Torino a farsi la campagna elettorale. Vaffanculo Piero. Non sei pagato lautamente con i nostri soldi per fare miss Turet, ma per fare il tuo lavoro di parlamentare AL MEGLIO.
Mi sento ancora peggio se penso che il Sig. PORCINO (BOLETUS POLITICUS VULGARIS) è di Chieri.

Scarica il volantino delle “Facce da nucleare” e diffondilo
Partecipa a “Spegni il nucleare” con il referendum su FB

BUON NATALE A 5 STELLE

14 dicembre 2010 Lascia un commento

Grillo: dal Vaffanculo alle bugie.

19 novembre 2010 Lascia un commento

Blog Bracconi su Repubblica

La macchina del fango, come dice Saviano, colpisce chiunque non sia allineato con il monopensiero di destra o di sinistra.
Riportiamo tutto a “così fan tutti”, azzeriamo le differenze.
E allora V a f f a n c u l o anche al blogger di Repubblica, il giornalista Bracconi, che fa una analisi su un post del blog di Grillo distorta e manipolata.

Una cosa mi piacerebbe fosse chiara: la differenza tra il PD e il MoVimento 5 stelle non è nell’avere o meno un programma, ma come questo programma nasce: tra pochi intimi in una segreteria di partito o discusso in rete e con il contribuito dei cittadini che hanno voglia di mettersi in gioco?

Questo dobbiamo recuperare: il metterci in gioco, smettere di delegare ed ESSERE IL CAMBIAMENTO CHE VOGLIAMO.

Vi aspettiamo sul forum del Movimento 5 stelle piemontese, sul sito del Movimento 5 stelle e sul meetup chierese. Poi non dite che non ve l’avevamo detto.

SPARARE SULLA CROCE ROSSA

Riceviamo e diffondiamo con piacere.

scrive Anna Montanile:
—————————————————————-
Ciao, faccio parte del MU di Roma (che sta seguendo direttamente la vicenda che sto per scriverti).
Il motivo di questa mia mail è per chiederti cortesemente di diffondere la notizia che riguarda un mio collega della Croce Rossa Italiana (M.llo Vincenzo Lo Zito) che il 12 maggio sarà processato presso il Tribunale di Roma per aver denunciato degli illeciti amministrativi commessi da Maria Teresa Letta (sorella di Gianni Letta), che hanno prodotto come conseguenza una querela a carico del Maresciallo, per “CALUNNIA”, che potrà costargli ben DUE ANNI DI CARCERE!
La querela gli è stata fatta dai revisori dei conti in quanto il Maresciallo ha pronunciato queste parole “Per quanto riguarda i revisori anche questi essere immondi mi hanno fatto delle pressioni per desistere dalle denunce e fare domanda di trasferimento. Mi fanno vomitare e spero si arrivi a soluzione…. Forza ragazzi, facciamoci sentire…”.
Risulta chiaro che hanno trovato la scusa per castigarlo per aver esposto denuncia degli illeciti presso le Procure della
Corte dei Conti di L’Aquila e Roma.
Aiutateci a diffondere, attraverso il MU, il video che anche Beppe ha pubblicato “Sparare sulla Croce Rossa”  http://www.youtube.com/watch?v=ausIgeBLwI8 ed a coinvolgere, eventualmente nel tuo MU ci fossero anche
persone residenti a Roma, quante più persone possibili per sostenere Lo Zito durante il processo.
QUESTO E’ UNO DI QUEI MOMENTI IN CUI LA PRESENZA DEI CITTADINI PUO’ CAMBIARE LE SORTI DI UN VERO SERVITORE DELLO STATO!
Grazie per tutto quello che potrai fare!
Qui troverai il gruppo creato dai Grilli Romani per l’adesione alla partecipazione al processo del M.llo Lo Zito!
http://www.facebook.com/anna.montanile?ref=profile#!/event.php?eid=120190598007679&ref=mf

LA “QUINTA COLONNA” RINGRAZIA I SUOI ELETTORI

Mi si perdoni questo titolo triste, ma è per far capire il clima delirante in cui hanno vissuto alcuni elettori del PD che ci hanno definito in piazza mentre volantinavamo “gli infiltrati fascisti della quinta colonna di Franco”. Insulto preventivo e fuori luogo, in quanto fino a Sabato noi non esistevamo per la stampa ufficiale se non su internet e nei pensieri maligni della Zarina che ci dileggiava e ci ignorava platealmente. (video)

Evidentemente la base del PD è più attenta dei suoi dirigenti ai mutamenti di umore delle persone e questo la dice lunga sui motivi del risultato elettorale.

Ma accantoniamo le polemiche per un momento. Ci saranno 5 anni di tempo per sorbirci la tiritera “se non ci aveste rubato i voti adesso questo non succederebbe” ad ogni porcata di Cota e della sua cricca.

Adesso festeggiamo.

Festeggiamo un risultato insperato fino a pochi giorni fa. Un risultato ottenuto grazie all’appoggio di NOVANTAMILA piemontesi che consapevolmente hanno votato per una forza politica nuova e innovativa. Chieri ha fatto la sua bella parte regalandoci oltre 4 punti percentuali di preferenze.

Un ringraziamento speciale va ai meetuppers che ci hanno seguito e aiutato nell’impresa, dalla bassa manovalanza dell’affissione elettorale al delicato compito di sorvegliare i seggi come rappresentanti di lista. Spero che sia l’occasione per cementare un bel rapporto di collaborazione che dura da anni con qualcuno e per iniziare qualcosa di nuovo con chi ha voluto avvicinarsi al MoVimento solo da poco.

Vi lascio con l’editoriale di Giovanni De Mauro su Internazionale di questa settimana:

Sciocchezza
Ansa, 1 aprile 2010. Pier Luigi Bersani, segretario del Partito democratico, ha diffuso il seguente comunicato: “Anch’io, come Veltroni, getto la spugna. Non ce l’ho fatta. Mi dimetto. Però ho chiesto le dimissioni anche di tutto il gruppo dirigente del partito. È ora di lasciare spazio a una nuova generazione. A noi mancano le idee, non le persone: abbiamo centinaia di amministratori locali giovani, onesti e preparati che aspettano solo di mettere il loro entusiasmo al servizio del paese. Dobbiamo riaprire le sezioni, far tornare i cittadini, ricominciare a parlare con la gente. Abbiamo sbagliato a lasciare che la destra e il suo leader prendessero progressivamente il sopravvento: quando potevamo ancora fermarli, li abbiamo sottovalutati. È stata una sciocchezza. Abbiamo sbagliato a trascurare le vere emergenze nazionali: la lotta alla mafia e all’evasione fiscale, lo sviluppo del mezzogiorno, la scuola e l’università, la difesa dell’ambiente, una politica economica a favore delle donne e dei giovani. Per tutto questo vi chiedo scusa. Arrivederci”.
Pesce d’aprile.
Giovanni De Mauro

BEPPE GRILLO A TORINO CON IL MOVIMENTO

In questo momento di crisi profonda della democrazia in questo paese, è importante partecipare e manifestare il sostegno al vero “nuovo che avanza” in Piemonte.

Noi ci abbiamo messo la faccia e tanti sacrifici. Voi alle urne dovete lasciare il segno (sul simbolo a 5 stelle ovviamente).


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: