Home > Uncategorized > CHI E’ CHE FA DEMAGOGIA?

CHI E’ CHE FA DEMAGOGIA?

Da Wikipedia:

Demagogia è un termine di origine greca (composto di demos, “popolo“, e agein, “condurre, trascinare”) che indica un comportamento politico che attraverso la retorica e false promesse vicine ai desideri del popolo mira ad accaparrarsi il suo favore. Spesso il demagogo fa leva su sentimentiirrazionali e bisogni sociali latenti, alimentando la paura o l’odio nei confronti dell’avversario politico o di minoranze utilizzate come “capro espiatorio“.

 

Sembra che ci si accanisca sempre sulle stesse persone, ma non è colpa nostra se la coerenza di certi politici nostrani è costantemente messa alla prova dalle loro improvvide dichiarazioni a mezzo stampa.

 

Si legge sul Corriere di Chieri del 10/2/12, nella pagina dedicata ai problemi finanziari del Consorzio Socio-assistenziale del Chierese (http://www.servizisocialichieri.it), una dichiarazione del consigliere Roberto Foglio, ex PDL ora all’opposizione nel gruppo Progettazione Chierese, fresco di dimissioni da Presidente del consorzio medesimo. Questi si dice stufo della situazione e auspica che sia la politica regionale a pagare (La Giunta Cota è responsabile del taglio del trasferimento di risorse agli enti socioassistenziali locali) con la sospensione per due anni dei rimborsi elettorali, delle spese di funzionamento dei gruppi consiliari e l’abolizione delle spese di rappresentanza.

Sante parole, soprattutto se dette da chi, fino ieri, ha grufolato nel sistema che oggi si propone di contrastare in quanto organico a un partito, il PDL, che in Regione conta un mezzo plotone di consiglieri (22!) e che è sostanzialmente il responsabile delle politiche sociali della Regione

Aiutiamo quindi il sig. Foglio a non fare della demagogia, a mettere insieme i numeri e a precisare un paio di cose.

I rimborsi elettorali possono essere lasciati dove sono già oggi. SUBITO! Il M5S l’ha fatto a partire dal giorno dopo la nomina dei consiglieri con un risparmio secco di oltre 600.000 euro in 5 anni. Purtroppo i rimborsi elettorali dipendono dalla Camera dei Deputati che ne gestisce anche l’allocazione finanziaria, quindi una loro rinuncia ottiene come risultato il ritorno del denaro all’Erario e non alle casse regionali. Giusto per la cronaca, un gruppo come il PDL incassa oltre 4.000.000 (QUATTRO MILIONI) di euro per i 5 anni di legislatura, un gruppo come il PD incassa leggermente meno. In totale, per il solo anno 2010, i gruppi consiliari hanno percepito dallo Stato la bellezza di 3.232.070,04 euro (al netto della quota parte del Movimento 5 Stelle come si può evincere dalla Gazzetta Ufficiale http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/piemonte/2010/07/rimborsi-elettorali-i-fatti-contro-le-parole.html).

Come se non bastasse, si potrebbe immediatamente chiedere ai gruppi consiliari di dirottare parte delle spese annue di funzionamento dei gruppi consiliari che ammontano a circa 160.000 euro per il capogruppo in un fondo da utilizzare a favore dei consorzi socio-assistenziali piemontesi. Pensate a quanti gruppi ci sono in regione (14) e vi troverete in mano cifre a sei zeri.

Sempre parlando di numeri, è bene ricordare come i consiglieri regionali percepiscano un rimborso forfettario di circa 29.000 euro annui, una prebenda gratuita e senza giustificazione che moltiplicata per 60, tanti sono i consiglieri in servizio attivo, produce di nuovo una cifra vicina ai 2 milioni di euro annui.

Questo ovviamente perchè il lauto stipendio non è sufficiente a retribuire adeguatamente la dura vita del consigliere regionale quindi bisogna gratificarlo con il forfait e incentivarlo a fare il suo porco mestiere con un ulteriore gettone di presenza.

Neanche a dirlo, queste due voci sono state oggetto di proposta di abolizione da parte del gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle, ma non c’è stata una gran riposta da parte del resto dell’assemblea regionale.

In conclusione possiamo dire che ha ragione Foglio. Si taglino i costi della politica! Si può fare domani, volendo. Ricordiamo quindi al consigliere Foglio e ai suoi colleghi che in Piemonte è stata indetta una petizione popolare a sostegno della proposta di riduzione dei costi della politica presentata dal Movimento 5 Stelle e liquidata da una larga e trasversale maggioranza al momento della discussione in aula. Gli ricordiamo anche che in quanto consigliere comunale dovrebbe aver ricevuto, insieme a tutti i suoi colleghi chieresi, la copia di una mozione da presentare in Consiglio Comunale a sostegno della petizione popolare in questione.

L’abbiamo già scritta e messa in bella calligrafia, quindi un passo concreto in avanti potrebbero farlo tutti i consiglieri chieresi nel primo consiglio comunale utile senza distogliere utili energie alla gestione della nostra città.

Come sempre saremo sul loggione a vegliare sui nostri dipendenti, magari questa volta con il lusso dello schermo LCD 42 pollici e altri sfarzosi orpelli tecnologici che la giunta ha pensato bene di regalare alla città alla modica cifra di 80.000 euro. Noi per sicurezza uno streaming lo manderemo in onda, banda larga permettendo.

NOTA DELL’ULTIM’ORA: Domani e giovedi ci sarà il consiglio comunale.Evidentemente i nostri impegnatissimi consiglieri non hanno avuto modo di fare un copia-incolla della nostra proposta di mozione sul taglio dei costi della politica regionale, ma appare al punto 5 una proposta di ordine del giorno del gruppo Progettazione Chierese circa ” CONTRIBUTI REGIONALI PER LE PRESTAZIONI SOCIALI DI ASSISTENZA”. Vedremo se abbiamo la stessa capacità propositiva se sarà l’ennesima sparata propagandistica.

 

Categorie:Uncategorized
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: