Home > Chieri, politica, Tangenziale EST, viabilità > SIAMO SULLA STRADA GIUSTA

SIAMO SULLA STRADA GIUSTA

Corriere di Chieri di venerdi 12/2/2010

DUE PAGINE E MEZZA dedicate al tema della Tangenziale EST. Qui ci sono nervi scoperti e panico nel tessuto sociale che reclamano vendetta se la Pravda locale decide di dedicare così ampio spazio al tema.

Un paio di considerazioni su alcune bestialità che la pura cronaca ci ha regalato.

1. Inizierei con le dichiarazioni dell’ex assessore al bilancio di Chieri dott. Feyles che tira in ballo il PTI (Piano Territoriale Integrato), americanata trombata dai livelli superiori della politica provinciale e regionale che prevedeva business center a Chieri, tangenziale, mega-area industriale ecologicamente attrezzata a Poirino come quadro generale in cui andava sviluppata la Tangenziale. MA a prescindere da questo PTI che può essere discutibile o meno a seconda che uno creda o meno di risollevare le sorti industriali di una zona semplicemente facendo un business center e una area industriale in concorrenza con una pletora di zone consolidate negli anni dall’altra parte di Torino, la perla è il tirare in ballo un fantomatico studio DIMOSTRANTE (occhio, per dimostrare ci vogliono i numeri… chi li ha visti?) COME L’IMPATTO AMBIENTALE DELLA TANGENZIALE POTEVA ESSERE NEGATIVO O PARI A ZERO. L’INQUINAMENTO CHE AVREBBE PORTATO SAREBBE STATO COMPENSATO DALLA RIDUZIONE DEL TRAFFICO SULLE ALTRE STRADE E DALLA RIQUALIFICAZIONE, DAL PUNTO DI VISTA ECOLOGICO, DELLE AREE INDUSTRIALI… PUR ESSENDO TRA TORINO E MILANO SIAMO ISOLATI DA CIO’ CHE STA A NORD DEL PO… non continuo perchè mi sto sbellicando dalle risate. Temo che già solo il costo ambientale della cantierizzazione di un progetto simile bruci ogni presunto beneficio dovuto all’alleggerimento del traffico in qualche zona congestionata del chierese (ma quale ne gioverebbe realmente?). Se poi si somma l’attrazione di traffico pesante che una struttura del genere causerà, temo che l’impatto zero o negativo il buon Feyles se lo può sognare. MA quello che mi manda in bestia è questo discorso dell’isolamento. E’ quasi 40 anni che poso le mie stanche chiappe su Chieri e dintorni, ma non ho MAI sentito o visto code di automezzi pesanti che uscivano dalle ferriere chieresi e si intasavano sulla rezza o sul traforo di Pino. Nemmeno quando la tessitura era al suo meglio (unico settore da potersi dire industriale nei dintorni) non mi sembra che abbia subito il nefasto effetto di asfissia da mancata infrastruttura. Casomai ha subito la mancata volontà di fare sistema dei vari signorotti chieresi che si sono invece sempre ignorati (per dirla con un eufemismo). Vorrà mica dirmi il dott. Feyles che l’Embraco ex aspera soffre per la mancanza del collegamento diretto Riva-Gassino e non per una volontà di una multinazionale che ha solo da scegliere dove andare a produrre a costi minori? Persino la Martini&Rossi, di proprietà della multinazionale Bacardi che haa disposizione lo scalo ferroviario personale non usa il ferro per trasportare le sue merci, segno che il collegamento di terra c’è e funziona.

Comunque sarebbe carino che il dott. Feyles fornisse gli estremi per rintracciare questo studio sull’impatto zero della Tangenziale est (Sperando che non sia quel malloppone del PTI che tutto è tranne che un documento scientifico).

2. ” Se non fanno il casello a Sant’Anna e la circonvallazione per non intasare il paese ci opporremo alla Tangenziale” è il grido di Manuelita Nosengo, sindaco di Andezeno e sostenitrice (prima) della Tangenziale Est. E allora speriamo che non lo facciano. Anche perchè questo dannato casello di Sant’Anna sarebbe un ulteriore attrattore di traffico in transito con conseguente congestione della viabilità ordinaria, nodo assolutamente poco trattato nell’economia della grande opera e lasciato in balìa delle dissertazioni di dilettanti allo sbaraglio. Dateci i dati e poi discutiamo. Invece no.

Non dico verbo sul “sondaggione”.

Ovviamente gli unici che fanno informazione e formazione seria sono quelli del NO, quelli che sono contro il progresso (*) tout-court e che vorrebbero tornare al carretto con il ciuccio e alle lanterne a olio. Tanto che domani pomeriggio, SABATO 13 FEBBRAIO alle ORE 14,30 presso la ex scuola media Don Milani, organizzeranno 4 tavoli di lavoro per approfondire le tematiche tecniche, sociali, economiche ed ambientali che coinvolgono un’opera di questa portata. L’occasione è ghiotta per quei cittadini che hanno voglia di confrontarsi con idee diverse o nuove, che vogliono informarsi prima di decidere, che vogliono poter scegliere tra la pillola rossa o la pillola blu.

(*) Riferimento all’editoriale SI TANGEST, SI TAV apparso su CHIERIoggi di questo mese. A parte il titolo roboante, l’articolo è equilibrato tranne in una dichiarazione:  dove si liquida il movimento NOTANGEST in un caso di aprioristico NIMBY dove il diniego è un rifiuto del progresso. Sig. Vigliaturo,  il fatto che voi siate a favore del progresso per cui vi sentite di rischiare di dire si a TAV e TANGEST non vi autorizza a liquidare come poveri retrogradi un gruppo di persone che ha perso anni, soldi ed energie per STUDIARE a fondo il progetto, studiarne i pro e i contro interpellando fior di tecnici. Noi non deleghiamo più. Non ci fidiamo più. LA storia di questo paese è costellata di fallimenti compiuti in nome dello sviluppo e del progresso, cattedrali nel deserto che hanno soltanto nutrito il grasso ventre dei commendatori e lasciato macerie fumanti ai cittadini. Noi non crediamo più nello sviluppo stile anni ’50, della crescita del PIL continua e infinita, del consumo del territorio e delle risorse ambientali. Non crediamo, perchè i fatti lo dimostrano, che basti una autostrada per portare il benessere su un territorio che non siano mere e squallide compensazioni economiche.

A domani

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: