Home > Uncategorized > Come ragiona una certa stampa.

Come ragiona una certa stampa.

A leggere in giro oggi pare che il problema sicurezza sia il primo problema sentito dai cittadini.

In realtà il problema sicurezza è uno splendido escamotage per permettere a un governo con mire autoritarie di far passare qualsiasi legge e leggina liberticide (e magari in mezzo facciamo passare degli emendamenti discutibili ad uso personale). Sia chiaro, lungi da me accusare l’attuale governo di attentato alla democrazia, tanto più che lo stesso governo sostiene che i crimini comuni sono calati del 10%, ma la sicurezza rimane un’emergenza. Boh.

Dal manuale “come ti aumento la paura nel cittadino” trovo un grazioso sondaggio su Chierinotizie.itAllarme sicurezza in Città, aumenta la criminalità , quali sono le ragioni?”. Ovviamente le motivazioni proposte sono le più populiste possibili tra cui i soliti immigrati e la scarsa presenza delle forze dell’ordine.

Io adesso vi chiedo: ma dove sta tutto ‘sto allarme criminalità? Io continuo a girare per Chieri senza questa sensazione di pericolo e non mi sembra che ci siano state recrudescenze di cronaca nera nei dintorni.

E quindi mi chiedo: chi ci sta dietro a questa stampa e queste notizie? Che bisogno c’è di alimentare forzatamente un senso di insicurezza nel prossimo? Non dico di arrivare al comico opposto di spandere ottimismo come “certa gente” insiste a chiedere, ma un quadro equilibrato e ponderato invece che questa informazione “di pancia”?

Informarsi, sempre.

Alberto Fawkes

Categorie:Uncategorized
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: