Home > Centrale a biomasse > Al primo giro di boa, i Poirinesi sono in testa!

Al primo giro di boa, i Poirinesi sono in testa!

La “Biomassa Poirin Cup” è arrivata al primo giro di boa.

Anche se l’equipaggio dell’Amministrazione Comunale è partito prima di tutti, senza neanche aspettare che gli altri concorrenti fossero in acqua, il primo giro di boa vede i Poirinesi in testa. Segue a ruota il Comitato, e l’Amministrazione Comunale. In che ordine? beh, questa è questione di prospettiva… Dal nostro posto a sedere, parrebbe secondo, per pochi decimi, il Comitato, e l’Amministrazione Comunale terza. Forse un po’ in affanno.

Rimane forte e sentito un auspicio: che sulla linea del traguardo arrivi una sola barca, quella dei Poirinesi, sulla quale nel frattempo sono saliti sia il Comitato, sia l’Amministrazione. Staremo a vedere…

I Poirinesi nei primi kilometri sembravano un po’ confusi, anche perchè nessuno aveva ancora detto loro a che gioco si stava giocando, e quali fossero le regole. Poi l’equipaggio del Comitato, partito a testa bassa con l’intento di andare a speronare la barca del Sindaco, ha rallentato, ha pianificato una strategia di gara, ha atteso l’equipaggio dei Poirinesi, e come fecero Coppi e Bartali in quella famosa foto del Tour del ’52, hanno navigato insieme.

Fino al sorpasso.

Perchè i Poirinesi hanno attaccato per primi il giro di boa? Semplice. Perchè hanno veleggiato col cuore. Perchè hanno messo da parte ogni forma di pregiudizio politico, e hanno firmato. Perchè hanno firmato contro l’idea di una centrale a biomasse a Poirino, non contro la persona del Sindaco. Perchè pur temendo di “far dispiacere a qualcuno”, hanno firmato ugualmente. Perchè hanno intuito che per capire cosa sta succedendo, bisognava firmare. E pretendere che qualcuno spiegasse loro, una volta per tutte, le regole del gioco.

“Sono firme politiche” dirà qualcuno. Davvero?

Dai 9911 abitanti (dato Wikipedia, 31/12/2007) che occupano il territorio comunale, togliamo i bambini, verosimilmente i teenagers, le persone impossibilitate a muoversi, le persone che il sabato mattina lavorano e non possono andare al mercato, le persone che non sapevano della raccolta firme, le persone che lo sapevano, ma sono un po’ pigre e non sono andate a firmare. Togliamo ancora quelli che non hanno firmato perchè l’hanno ritenuta una “firma politica”.

Dei 9911 abitanti, al netto di quelli che abbiamo ipotizzato di togliere, ne rimane un numero che non sappiamo stimare, ma che, plausibilmente, si è diviso in quelli del NO e quelli del SI’.

Abbiamo un numero che però non solo possiamo stimare, possiamo anche dire con certezza: 2000.

Hanno firmato per dire NO alla Centrale più di 2000 persone. Tutti Poirinesi.

Spero che il lettore si renda conto dell’entità della reazione dei Poirinesi. Fossero tutti e 9911 potenziali firmatari, staremmo parlando del 20%. Stimiamo che ne siano potenziali firmatari solo i due terzi, ovvero 6640 (e ci sembra una stima generosa…): parleremmo di oltre il 30%.

E’ la risposta a un modo di procedere che non è piaciuto.

Ed è un dato che non può essere ignorato.

Potrà l’attuale Amministrazione ignorare questo dato?

Ci viene in mente che il prossimo anno a Poirino ci saranno le Comunali. Chissà chi, delle Liste che si presenteranno, avrà il coraggio di ignorare questo dato?

…più di 2000… pazzesco…

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: